Azienda<<Torna indietro

La Casa di Riposo di Pieve Tesino ebbe origine all’inizio dell’anno 1700 per iniziativa di tre Congregazioni religiose: la Congregazione del Santissimo, la Sacra Cintura e la Congregazione del S.Rosario.
Queste benemerite Congregazioni, sbocciate in una popolazione prettamente religiosa com’era e com’è quella di Pieve Tesino, diedero vita, precedendo lo Stato, alla “pubblica assistenza”.
Esse furono organizzate e gestite dal parroco, dal Capo Comune, dai Soci e sostenute da numerosi benefattori fra cui l’avvocato Giovanni Avanzo, Buffa Giobatta fu Stefano, Avanzo Pellizzaro Carestia, Giuseppe Pellizzaro Beatin, Emilia Fietta Avanzo, Sebastiano Buffa Caporale e don Giovanni Avanzo Marchi.

Le suddette Congregazioni ebbero finalità di pratica religiosa, di assistenza e beneficenza pubblica in genere e di assistenza agli anziani soli e ai malati in particolare, poiché l’assistenza statale ai malati non esisteva.
Nacque così il “Pio Istituto dei Poveri” di Pieve Tesino che gestiva con-temporaneamente due importanti istituzioni il “Fondo Poveri” per la beneficenza pubblica e il “Piccolo Spedale” per l’assistenza ai malati e gli anziani soli.
Queste Istituzioni erano locate nell’attuale fabbricato della Canonica che disponeva di esigue disponibilità ricettive.
Nel 1830 l’ospedale veniva trasferito, mediante apposita permuta, nell’attuale edificio della Casa di Riposo destinato a Canonica e a Cappellania.
Nel 1906, entrarono nella Casa di Riposo (ex Piccolo Spedale) le Suore di Maria Bambina.

Durante la guerra 1915-1918, a causa dello sfratto della popolazione, le suore andarono profughe a Milano e l’Istituzione rimase sospesa fino al 1921, anno in cui riprese l’attività con le stesse suore, ritornate da Milano.
Subito dopo la costituzione degli E.C.A. da parte del Governo italiano, la gestione della Casa di Riposo venne assegnata per legge all’Ente Comunale di Assistenza di Pieve Tesino.
Dal 1961 al 1973 vennero costruiti il secondo e il terzo piano della struttura.

Nel corso degli anni l’attività di miglioramento del fabbricato è stata costante. In particolare nel corso del 1999 è stata affidato l’appalto per la costruzione della nuova ala.
Il nuovo blocco, collegato all’edificio principale tramite un corridoio, prevede la realizzazione di 9 stanze per complessivi 18 posto letto, la fisioterapia, un locale per lo svolgimento di attività culturali  e di animazione, i nuovi uffici, lo spogliatoio del personale, nuovi magazzini.


 

Recapiti
» Via Battaglion Feltre, 19 38050 Pieve Tesino
» Telefono: 0461/594179
» Fax: 0461/592034
» Mail: upipa.pievetesino@mail.infotn.it
» Pec: apsp.pievetesino@pec.it
Dove siamo